Crosta lattea nel bambino: ecco cosa sapere - Biogena

Crosta lattea nel bambino: ecco cosa sapere

crosta lattea: cosa sapere

Cosa è la Crosta lattea

La crosta lattea è un’affezione molto comune che può manifestarsi nei bambini, fin dalle prime settimane di vita. Generalmente insorge a livello del cuoio capelluto e a livello dell’attaccatura frontale dei capelli, ma può essere presente anche sulle sopracciglia, oltre che su naso, guance e orecchie.

Nella maggior parte dei casi si risolve spontaneamente dopo il terzo mese di vita del bambino, ma si può ripresentare nell’età adulta.

Si manifesta con la formazione di squame e crosticine di colore giallognolo, aderenti al cuoio capelluto, anche quando questo è ricoperto dai capelli. Spesso queste squamo-croste si fondono tra loro, formando così una specie di calotta. Decorre generalmente in maniera asintomatica e solo in rari casi può provocare prurito.

Scopri di più su dermatite seborroica e atopica del tuo bambino.

Crosta lattea: quali sono le cause?

Le cause della crosta lattea sono ad oggi per lo più sconosciute, l’ipotesi più accreditata attribuisce l’insorgenza di questo disturbo all’aumento della produzione di sebo da parte delle ghiandole presenti sul cuoio capelluto del neonato, in seguito allo stimolo da parte degli ormoni androgeni materni, che permangono in circolo nel bambino per qualche periodo dopo la nascita.

Il bambino riesce ad eliminare completamente gli ormoni materni solo intorno al terzo mese di vita, questo spiega perché la crosta lattea sia un disturbo transitorio. Del tutto screditate sembrano essere invece le teorie secondo cui a scatenare l’insorgenza della crosta lattea possa essere un’allergia alimentare, l’eccesso di latte ingerito o l’elevato contenuto di grassi del latte materno.

Arrossamenti da pannolino? Ecco come affrontarli!

5 passi per eliminare la crosta lattea

  1. Ammorbidisci le squame e le croste massaggiando la testa con una garza di cotone imbevuta di olio di mandorla o di calendula, oppure con una crema per bambini.
  2. Elimina le squame e le croste con delicatezza, o con l’aiuto di un pettine o semplicemente con un lavaggio.
  3. Evita di rimuovere le squame e le croste grattandole o sfregandole, per non correre il rischio di provocare piccole ferite.
  4. Pettina i capelli con una spazzola con setole naturali o con un pettine con punte arrotondate.
  5. Applica una crema neonatale specifica per la rimozione della crosta lattea come Osmin Cap di Biogena. Massaggia delicatamente per 3-4 minuti e lascia agire per altri 10-15 minuti prima asportare la crema con una spugna inumidita; questo ammorbidisce le squame e favorisce il distacco della crosta lattea.crosta lattea shampoo

Come lavare la testa del bambino: alcuni consigli utili

Il lavaggio dei capelli dovrebbe avvenire durante il bagno o la doccia. Per lavare la testa del bambino utilizza duno shampoo ultra-delicato, a base di sostanze detergenti delicatissime e possibilmente contenenti sostanze idratanti e lenitive come Osmin Baby Shampoo che può essere usato per lavaggi frequenti grazie alla formula delicata e poco schiumogena.

Come usare Osmin Baby Shampoo?

Applicare il prodotto sui capelli bagnati ma non gocciolanti, massaggiare delicatamente e sciacquare.

Ricorda:

  • Evita i lavaggi troppo frequenti che potrebbero provocare irritazioni e prurito
  • Evita il contatto con gli occhi
  • In caso di Crosta Lattea usa prodotti specifici come Osmin Cap

Vuoi altri consigli su come prenderti cura della sua pelle sensibile? Scoprilo qui!