La Protezione Solare per il Viso - Biogena

La Protezione Solare per il Viso

La protezione solare per il viso

Il sole è la fonte principale di energia e i benefici che ne derivano sono notevoli. L’esposizione alla luce solare, se nelle giuste dosi, stimola la sintesi cutanea di vitamina D, migliora l’umore ed è un utile coadiuvante per alcune patologie dermatologiche. Un’esposizione eccessiva però, può causare danni notevoli alla nostra pelle o peggiorare problemi già esistenti. Il viso, in particolare, è la parte del corpo più esposta ai raggi solari e per questo, merita un’attenzione adeguata. Ma qual è la giusta protezione solare per il viso? Cosa fare in presenza di problemi cutanei?

Pelle sensibile: come esporsi al sole?

Le intense radiazioni solari estive, ma anche il primo sole di primavera, possono rappresentare un problema per chi soffre di pelle sensibile e problematica.

Cosa fare per esporsi correttamente al sole in caso di pelle sensibile e problematica:

  • Evitare l’esposizione nelle ore più calde e centrali della giornata
  • Ripararsi in zone ombreggiate
  • Indossare indumenti protettivi e un cappello a falde larghe
  • Indossare occhiali da sole avvolgenti
  • Applicare frequentemente creme solari protettive adeguate
  • Non utilizzare le creme con lo scopo di prolungare l’esposizione oltre il tempo consigliato.

Questi accorgimenti possono dare la sensazione di non abbronzarsi, ma non è affatto così. La produzione di melanina avviene in egual modo; tali pratiche possono minimizzare gli effetti indesiderati del sole.

La protezione solare per il viso: pelle sensibile

Se hai la pelle sensibile e problematica ricorda che: la protezione dai raggi solari è indispensabile non solo in vacanza, ma anche nella vita di tutti i giorni!

Al mattino, dopo un’accurata detersione e idratazione, è dunque importante proteggere la pelle dagli effetti nocivi delle radiazioni UV utilizzando un prodotto solare dedicato.

Attenzione!
Assicurare un’efficace protezione solare per il viso è importante per evitare le scottature. Nota bene: i primi segni di arrossamento indicano che la pelle ha già superato la dose massima tollerata di radiazioni solari!

La protezione solare per il viso e le problematiche della pelle

I raggi solari, se a piccole dosi, possono svolgere alcuni effetti benefici per l’organismo. Sono infatti utili in alcune malattie cutanee come la psoriasi e gli eczemi, e sono essenziali per la produzione di vitamina D, fondamentale per la salute delle nostre ossa. Il sole inoltre, favorisce la produzione di endorfine e serotonina migliorando l’umore.

Bisogna però prestare la dovuta attenzione, soprattutto in presenza di problematiche dermatologiche che dalla luce potrebbero trarre beneficio ma anche peggiorare.

Brufoli sul viso. Attenti all’acne sotto il sole

Durante l’estate l’acne che abbiamo sul viso sembra migliorare perché esporsi al sole può inizialmente ridurre la reattività della pelle acneica e diminuirne l’infiammazione. Inoltre, l’abbronzatura dona uniformità al colore della pelle e nasconde le imperfezioni mostrandoci un viso in apparente miglioramento. Ma nei mesi autunnali vi è un effetto boomerang con un peggioramento dell’acne.

In assenza di un’adeguata fotoprotezione le radiazioni solari provocano un ispessimento dello strato più superficiale dell’epidermide, che causa la formazione di antiestetici punti neri e la conseguente riacutizzazione dei disturbi.
Per una corretta protezione solare per il viso a tendenza acneica utilizza creme solari dedicate e specificamente formulate per i bisogni della pelle acneica, come TAE-X Acnis di Biogena.

 

Protezione Solare problematiche pelle

La Rosacea e il sole: un rapporto complicato

Chi soffre di couperose e rosacea, dovrebbe evitare il più possibile di esporsi troppo al sole. L’azione esercitata dalle radiazioni solari UV è controindicata per una pelle con questo tipo di problematica. Prima di esporsi al sole scegliere una crema solare dedicata e specifica per i bisogni della pelle con couperose/rosacea, come TAE-X Rose di Biogena. Un SPF ad altissima protezione e specifici attivi vasoprotettori, aiutano a proteggere i capillari al sole.

I consigli al sole:

  • Utilizzare cappelli a falde larghe o con visiera
  • Ripararsi con frequenza in zone ombreggiate
  • Ricorrere a prodotti solari specifici per questo tipo di pelli
  • Ripetere spesso l’applicazione in caso di intensa sudorazione o di bagni frequenti.

Vitiligine sul viso: sì al sole ma con moderazione

Chi ha la vitiligine vive con una certa ansia l’arrivo dell’estate. Con le belle giornate ci si copre meno esponendo maggiormente le macchie tipiche di questa patologia, con reazioni psico-emotive talvolta rilevanti. Con la prima dose di sole poi, diventa più evidente la differenza tra la pelle che si abbronza e le parti che invece rimangono bianche. Quello che però tutti si chiedono è: i raggi solari possono peggiorare la situazione?
Le radiazioni solari UVB nelle giuste quantità possono stimolare i melanociti delle chiazze ipocromiche esistenti ma i raggi UVA devono essere completamente schermati.
Chi presenta questa patologia può esporsi al sole ma con dovute accortezze. Usare una specifica fotoprotezione con SPF medio (SPF 15) e con un’altissima protezione verso le radiazioni UVA, come TAE-X Inverse Vitiligo Sun Care di Biogena.

Vitiligine e sole: cosa fare?

Non esporsi nelle ore centrali della giornata per evitare scottature.
Usare una fotoprotezione dedicata e da applicare ogni due ore. Se si suda o si fa il bagno riapplicare nuovamente.

La cheratosi attinica e il troppo sole

Le cheratosi attiniche si sviluppano maggiormente nelle parti del corpo più scoperte come viso, collo, orecchie e mani pertanto è fondamentale proteggersi efficacemente dal sole evitando il più possibile esposizioni prolungate, la scelta di una protezione solare per il viso e per il corpo può fare la differenza, specie in queste situazioni. I raggi solari sono il principale fattore scatenante di questa malattia.

Con l’arrivo dell’estate è necessario prestare ancora più attenzione. Prima e durante l’esposizione ai raggi solari utilizzare un fotoprotettore dedicato per le pelli che presentano cheratosi attiniche e macchie melaniche, come TAE-X AK di Biogena. Specifici attivi antiossidanti aiutano a contrastare i danni delle radiazioni solari.

Ecco alcune regole da seguire in presenza di cheratosi:

  • Utilizzare abiti protettivi, occhiali da sole e cappelli
  • Applicare una fotoprotezione adeguata
  • Evitare l’esposizione ai raggi solari nelle ore più calde.

Gli effetti del sole sul viso

Una pelle abbronzata non è sempre e solo sinonimo di bellezza e salute. Esporsi al sole in maniera prolungata ed eccessiva può danneggiare la pelle, in particolare del viso.

Eritema

L’eritema compare se si prende il sole senza un’adeguata protezione solare per il viso e il corpo e si supera la soglia di tolleranza.La protezione solare per il viso: eritema

I raggi UVB possono danneggiare i cheratinociti, le principali cellule della pelle e provocano la comparsa di eritema su viso e corpo e altri danni cutanei. I raggi UVA penetrano più in profondità e possono causare invecchiamento precoce.

L’aggiunta di sostanze antiossidanti nei prodotti solari topici e per via sistemica può aiutare a limitare i danni provocati dai radicali liberi in eccesso prodotti per via di esposizioni solari ripetute.

Invecchiamento cutaneo precoce

La pelle che viene esposta al sole ripetutamente, senza che siano rispettate le misure basilari per prevenire le scottature, subisce il cosiddetto fotoaging, ovvero invecchia prima e più velocemente. Sul viso compaiono rughe e macchie, la pelle perde tono ed elasticità, si assottiglia, si secca e si screpola più facilmente.

Invecchiamento cutaneo precoce

Elastosi

I raggi solari possono danneggiare anche i fibroblasti, le cellule della pelle deputate a produrre elastina e collagene, ciò comporta la perdita dell’elasticità della pelle dando origine all’elastosi solare. La pelle del volto appare pertanto rilassata, cedevole, di colorito giallastro e percorsa da numerose rughe.

Essere consapevoli degli effetti nocivi della radiazione ultravioletta e sapere come difendersi dal sole sono i presupposti fondamentali per proteggere al meglio la nostra pelle.