Il processo di invecchiamento cutaneo - Biogena

Il processo di invecchiamento cutaneo

invecchiamento cutaneo

L’invecchiamento cutaneo è un processo naturale che caratterizza tutte le specie viventi e che nell’uomo gioca un ruolo importante per l’equilibrio psicofisico.
I tempi e le modalità dell’invecchiamento della pelle dipendono soprattutto dalle caratteristiche individuali di ciascuno di noi.
Fortunatamente si tratta di un processo graduale che ci permette di abituarci ai cambiamenti del nostro aspetto esteriore e anche di intervenire.

Perché invecchiamo? Invecchiamento intrinseco ed estrinseco

Partendo dal presupposto che le teorie per spiegare l’invecchiamento sono centinaia, la scienza ha comunque stabilito con certezza che i fattori che lo determinano sono numerosi e che essi agiscono simultaneamente.

In generale l’invecchiamento può essere definito come “la somma di tutti i cambiamenti fisiologici, genetici e molecolari che si verificano con il passare del tempo, fino alla morte”.

Si tratta di un processo fisiologico, come la nascita, e comporta il progressivo declino delle funzioni biologiche dell’organismo.

Con il passare degli anni le nostre cellule subiscono delle trasformazioni che le rendono difficilmente riconoscibili dal nostro organismo che pertanto tende ad eliminarle.

Alternativamente, l’invecchiamento può essere visto come il risultato di un progressivo accumulo di errori nei processi che si svolgono all’interno delle cellule, che perdono così nel tempo la loro funzione.

Le cause principali alla base dell’invecchiamento cutaneo sono di natura genetica, costituzionale e ambientale.
A tal proposito è importante considerare la differenza tra due tipi di invecchiamento: quello intrinseco e quello estrinseco.

invecchiamento intrinseco estrinsecoL’invecchiamento intrinseco, anche detto cronologico, è legato all’età dell’individuo. Si tratta di un processo individuale che può presentarsi più o meno precocemente e con evidenza più o meno marcata a seconda della predisposizione genetica ed ereditaria di ciascuno di noi.
Gli ormoni svolgono un ruolo molto importante nell’invecchiamento cutaneo, ad esempio in seguito alla menopausa si osserva spesso una riduzione dello spessore della pelle e una diminuzione della sua idratazione oltre che dell’elasticità.

L’invecchiamento estrinseco, anche detto fotoinvecchiamento, è invece indipendente dall’età, ma si associa a numerosi fattori come le abitudini di vita, le malattie, l’inquinamento ambientale, esposizione alle radiazioni solari e luogo in cui si vive: in base alla latitudine infatti i raggi del sole arrivano con diversa intensità.

I fattori che contribuiscono all’invecchiamento cutaneo

processo di invecchiamento cutaneo

Riduzione della produzione del film idrolipidico da parte delle ghiandole sebacee. Contribuisce ai processi di invecchiamento diminuendo così la funzione di barriera che esso svolge; la pelle si presenta pertanto più suscettibile agli effetti degli agenti atmosferici e delle radiazioni solari.

Distribuzione disomogenea della melanina nella pelle. Provoca con il tempo, la comparsa di macchie cutanee soprattutto a livello delle zone maggiorente esposte alle radiazioni solari.

Riduzione della produzione di acido ialuronico. Essenziale per assicurare idratazione e tonicità alla pelle.

Riduzione della produzione di collagene e di elastina. Due elementi fondamentali che conferiscono elasticità e morbidezza alla pelle, che appare pertanto flaccida e rilassata.

Rallentamento della circolazione sanguigna. Riduce l’apporto di sostanze nutritive alle cellule cutanee, contribuendo alla formazione delle rughe.

Anche la capacità di trattenere acqua si riduce con il tempo e la pelle diventa sempre più secca e ruvida.

Caratteristiche della pelle invecchiata: le rughe su viso e collo

Con il passare degli anni, a livello della pelle si osservano significative modificazioni che ne diminuiscono lo spessore, il tono, l’elasticità e che ne alterano la colorazione.

Le rughe rappresentano il segno più significativo ed evidente dell’invecchiamento cutaneo e manifestano pertanto numerose implicazioni di carattere psicologico e sociale. Si presentano come solchi permanenti della pelle, che variano nel numero e nella profondità a seconda dell’età, della predisposizione genetica, dello stile di vita e della zona del corpo interessata.

Ma perché compaiono le rughe?

Le ragioni sono molteplici e spesso coesistono:

  • l’invecchiamento dei tessuti;
  • i movimenti muscolari;
  • l’esposizione solare;
  • la forza di gravità;
  • la postura notturna.

Un ruolo di primo piano nella comparsa delle rughe, e quindi in generale nell’invecchiamento cutaneo, è svolto dall’acido ialuronico, una sostanza gelatinosa presente nella nostra pelle -oltre che in molti altri tessuti dell’organismo- in grado di idratare e di conferire resistenza ed elasticità. Con il passare del tempo si assiste ad una graduale diminuzione della concentrazione di acido ialuronico, pertanto la pelle non riesce più a trattenere l’acqua e perde tonicità, assumendo un aspetto opaco e rugoso.

Le rughe sul viso

Come si presenta la pelle matura?

Assottigliata, poco elastica, e disidratata.

Il colore appare spento, e con il passare del tempo tende sempre più al grigio-giallastro. Spesso si osservano efelidi, lentiggini o vere e proprie macchie cutanee più o meno estese.

In molti casi si riscontra la presenza di ptosi palpebrale, ovvero del cedimento della pelle a livello delle sopracciglia con il conseguente abbassamento di una o di entrambe le palpebre, così come l’assottigliamento delle labbra e la formazione del cosiddetto “doppio mento” in seguito all’eccessivo rilassamento dei tessuti.rughe sul collo

È bene tenere presente che non invecchia soltanto la pelle, ma anche le strutture che la sostengono come il tessuto adiposo, i muscoli e le ossa.

In particolare, a livello del viso, si manifesta poco a poco una perdita di tessuto adiposo che, associata al rilassamento del sistema muscolare, provoca un’escavazione e un’accentuazione delle rughe.

Le rughe sul collo

Anche la pelle del collo risente del passare del tempo e così appare ruvida, lassa, secca, solcata da rughe che dal centro del decolleté si aprono a ventaglio e che determinano così un aspetto invecchiato addirittura più di quello del volto. I muscoli del collo inoltre, perdendo negli anni la loro tonicità, si assottigliano e si allungano, facendo così comparire i cosiddetti “cordoni” molto evidenti soprattutto sotto sforzo.

Tutto ciò in genere accade perché si tende a trascurare la cosmesi del collo e del decolleté, quasi ritenendoli zone secondarie e prediligendo invece la cura della pelle del viso.

Prodotti per contrastare le rughe

Bioliftan Day Cream - BiogenaSe si considera la molteplicità dei fattori coinvolti nel processo di invecchiamento cutaneo è chiaro che l’approccio dermocosmetico deve basarsi sull’utilizzo di prodotti che contengono ingredienti caratterizzati da diversi meccanismi d’azione, come la crema anti-età, Bioliftan Day Cream di Biogena.

Applicata tutte  le mattine, dopo una accurata detersione, su viso collo e decolleté, Bioliftan Day Cream agisce in maniera intensiva su rughe, macchie scure, perdita di elasticità e tonicità cutanea. Aiuta a mantenere le caratteristiche fisiologiche e funzionali della pelle, prevenendo i danni del crono e del fotoinvecchiamento e contrasta la secchezza cutanea.

Occhiaie: cause e rimedi

Rispetto alle altre parti del viso, la zona del contorno occhi presenta una pelle più sottile, e deve essere tenuta in grande considerazione per prevenire o ridurre la formazione di piccole rughe, gonfiore e occhiaie.

Occhiaie e borse: qual è la differenza?

Sebbene le occhiaie e le “borse” vengano spesso confuse tra loro, si tratta in realtà di inestetismi diversi, caratterizzati da cause ben distinte.

occhiaie e borseLe borse sono infatti dovute alla fuoriuscita di grasso dall’orbita, mentre le occhiaie, ovvero gli antiestetici aloni scuri che si formano sotto gli occhi, sono causate dal rallentamento della circolazione nella zona del contorno occhi, che determina un ristagno di sangue e liquidi.

Sono numerose le cause che determinano il manifestarsi delle occhiaie: affaticamento, mancanza di riposo, stress, uso prolungato dei monitor, esposizione diretta alla luce solare, allergie, fattori ereditari, ecc.

Come distinguere i due fenomeni?

Basta osservare la pelle. Se appare liscia, tesa e di colorito grigio-bluastro, si tratta generalmente di occhiaie, mentre in presenza delle borse la cute è lassa e irregolare.

Come ridurre le occhiaie

La pelle del contorno occhi deve essere mantenuta idratata ed elastica applicando prodotti altamente nutrienti e poco grassi, in grado di svolgere un’azione emolliente, rigenerante e defaticante, come Bioliftan Eye Contour di Biogena. Un siero concentrato che limita il ristagno dei liquidi favorendo la microcircolazione nella zona intorno agli occhi. Riduce gonfiori e segni scuri sotto gli occhi, contrasta i cedimenti cutanei, minimizza le rughe d’espressione e gli altri segni dell’età.Bioliftan Eye Contour Cream - Biogena

La presenza di elevate concentrazioni del complesso molecolare Sibanid SG conferisce alla pelle un effetto lifting rendendola più compatta, tesa ed elastica e riducendo le rughe e pieghe cutanee. Bioliftan Eye Contour massaggiato delicatamente sull’area sotto gli occhi e sulla zona esterna verso le tempie, lenisce gli arrossamenti e le irritazioni alle palpebre e riduce il tipico ed antiestetico colore blu caratteristico delle occhiaie.

Consigli pratici

  • Utilizzare makeup specifici per il contorno occhi, come correttori e fondotinta
  • Riposare di più e meglio
  • Ridurre il consumo di alcolici
  • Adottare un sano stile di vita.

Alcuni rimedi naturali

Camomilla: utilizzare gli impacchi con bustine di camomilla precedentemente conservate in frigorifero a raffreddare, per sgonfiare l’area intorno all’occhio e stimolare la circolazione.

Succo di pomodoro: versato su una garza e applicato come maschera aiuta a ridurre la sensazione di gonfiore.

Lo sapevi che?

A parità di stile di vita di vita, i segni del tempo appaiono più evidenti nelle donne rispetto agli uomini. Questa differenza dipende dal minore spessore della cute femminile, da una maggiore sensibilità agli ormoni, ma anche da una maggiore espressività del viso, che facilità la comparsa delle rughe.

La pelle maschile è inoltre più ricca di ghiandole sebacee che favoriscono la formazione del film idrolipidico, la sottile pellicola trasparente che avvolge la pelle nella sua totalità e che funziona come una barriera, proteggendola pelle dagli agenti esterni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio News - anti-aging viso

  • Il processo di invecchiamento cutaneo